18 Agosto 2017

La Nostra Storia
percorso: Home

La Nostra Storia

PVT Modica ┤75: oltre 30 anni di storia e grandi passioni sottorete.
Dalla Pro Loco Modica 1975 alla Pro Volley Team Modica 2010, nel segno della continuità e della passione per il volley di una società sportiva nata negli anni settanta per volontà di pochi appassionati che negli ultimi anni ha raggiunto i più alti livelli nel panorama pallavolistico italiano. Una storia, quella della Pro Loco ieri, della Pro Volley Team oggi, fatta di atlete, di presidenti, di allenatori e di dirigenti ma soprattutto di persone comuni con la caratteristica eccezionale di una vera e propria passione per la pallavolo che, proprio grazie alla società biancorossoblu, ha fatto di Modica punto di riferimento nel panorama siciliano e nazionale.

Una storia che scritta nel tempo da atlete italiane, argentine, statunitensi, ma soprattutto siciliane, tutte unite dal desiderio di entrare a far parte della personalissima hall of fame modicana, finora riservata a poche elette, tra cui primeggia indubbiamente l´indimenticabile e indimenticata Margie Himmelberg. Tutte atlete che hanno scritto la storia della società modicana come le giovanissime che quest´anno hanno consentito ancora una volta alla Pro Volley Team di centrare le finali nazionali under 18 misurandosi con le migliori società del volley italiano e centrando alla fine un settimo posto di prestigio assicurandosi di fatto il titolo di miglior squadra della categoria di tutto il meridione.

Un settimo posto, miglior squadra under 18 femminile in Italia da Roma in giù, che rende merito non solo ai sacrifici di tutte le atlete e dello staff tecnico, ma anche alla attenta programmazione della società iblea che ha chiuso la stagione 2006/2007 con un ottimo settimo posto in B1 femminile, un sesto posto con le più giovani in serie D, due titoli regionali, under 18 ed under 16, uno interregionale ed un settimo posto a livello nazionale con le giovanili in attesa della prossima stagione che si annuncia come non mai densa di importanti novità per una stagione ancora da protagonisti in serie B1 femminile.

La storia del volley modicano comincia ad assumere connotati importanti nel 1989 con la dirompente quanto inaspettata cavalcata trionfale che valse la storica promozione in A2. La stagione successiva 89/90 è quella dei grandi stravolgimenti: il presidente della promozione Stracquadanio cede alla famiglia Drago che rimane in sella fino al 1996, anno in cui comincia il regno di Enzo Garofalo, attuale presidente. La rivoluzione avviene anche in panchina con l´arrivo dell´argentino Carlos Cardona a raccogliere il testimone lasciato da Rita Fugali. Si internazionalizza la squadra pescando nel mercato sudamericano con gli arrivi di Gustafsson, Leguizamon, Morel e statunitense con Himmelberg. Purtroppo la rivoluzione non sempre coincide con un miglioramento della situazione e dopo una sfortunata stagione la squadra ritorna in serie B.

L´anno successivo la società affida la panchina a Verka Stoianova, ex capitano della nazionale bulgara poi nel 91/92l´arrivo di Lucio Sascaro che nella vicina Giarratana aveva fatto miracoli. I miracoli in quanto tali non avvengono di frequente e l´epoca di Sascaro termina dopo una stagione e mezza. Nel gennaio del 92 con la squadra in piena crisi di risultati, la dirigenza Drago decide di scommettere su di un giovane di belle speranze ma dal curriculum quasi immacolato: Corrado Scavino. Il tecnico, modicano purosangue, con un girone di ritorno straordinario condotto con una media promozione, salva la squadra e comincia la sua lunghissima era sulla panchina modicana che nel 1996 con l´entrata del presidente Garofalo diventa una vera e propria diarchia inscindibile.

Con la coppia Garofalo-Scavino si ha una nuova rivoluzione: la Pro Loco Modica si trasforma in Pro Volley Team Modica ed ai classici colori bianco e rosso si aggiunge il blu. Cambia anche la strategia societaria: affidarsi non più ai nomi altisonanti ma puntare tutto sulle giovani, possibilmente locali. La politica verde paga e i risultati ne sono la più chiara dimostrazione. La fama del settore giovanile modicano cresce di anno in anno e dopo aver vinto a destra e a manca tornei giovanili , riuscendo nel contempo a mantenere la serie B1 con la stessa formazione schierata in Giovanile, nel 2002 arriva la consacrazione definitiva. La formazione di Scavino arriva fino alle finali nazionali riuscendo a conquistare la medaglia d´argento tra lo stupore di tutti, mettendo in luce forse il miglior prodotto di sempre del vivaio biancorossoblu, Nadia Terranova, premiata come migliore giocatrice della manifestazione.

Con la medaglia d´argento al collo la società programma un 2002 all´insegna soprattutto della competizione in Under 19: in B1 viene riconfermata la stessa formazione dell´anno precedente che non ha nessuna difficoltà a raggiungere una salvezza largamente anticipata permettendo così alla dirigenza di programmare in tempo la spedizione di Vicenza per le finali nazionali giovanili. L´unico vero acquisto viene fatto nel campo dirigenziale con il nuovo direttore sportivo Bartolo Ferro, già nei ranghi societari come responsabile del settore giovanile dal 1999. Con lui comincia un´era più manageriale della PVT e la diarchia Garofalo-Scavino diventa di fatto una triade. I sogni di gloria modicani vengono spezzati dall´operato quantomeno dubbio dei fischietti della manifestazione e così con un sesto posto denso di lacrime e proteste ufficiali si chiude il ciclo della grande PVT Modica dominatrice in Sicilia e in Italia nei settori giovanili.

Si volta pagina e nella stagione 2003/2004 si mette in atto un altro rinnovamento. Vanno via alcuni volti storici come Nadia Terranova, ma ne raccoglie l´eredità, stesso numero e ruolo, la sorella Daniela. Il resto è storia recente, con il brillante settimo posto in serie B1 bissato con il medesimo piazzamento alle finali nazionali under 18 ed il nuovo progetto di rinnovamento voluto dalla società modicana per puntare ancora una volta con decisione sulle giovani.

A guidare la Pro Volley Team Modica ´75 nella stagione 2006/2007 è ancora il presidente Vincenzo Garofalo che viene assecondato dal valido operato di dirigenti pronti a supportarlo per il raggiungimento degli obiettivi prefissati nel segno di un rinnovamento significativo all´interno di un progetto volto sia alla crescita della formazione di B1 che del sempre florido vivaio modicano. Il nuovo consiglio direttivo della PVT Modica vede dunque come vice presidente ed anche figura di riferimento per l´attività della serie D, Salvatore Cascone, mentre a ricoprire il tanto delicato quanto importante ruolo di direttore generale sarà Bartolo Ferro, figura ormai storica della società. Nuovo il direttore sportivo, Salvatore Gennuso, reduce da una biennale esperienza a Vicenza in A1, mentre il segretario della società e riferimento per i centri CAS sarà Emanuele Cataldi.

La società ha cominciato la stagione affidando la squadra ancora una volta al tecnico Corrado Scavino, vera e propria istituzione della PVT Modica con i suoi quindici anni sulla panchina iblea, con lo staff tecnico formato da Paolo Modica, preparatore atletico, Antonella Scollo, assistente tecnico ed allenatore della serie C, Salvatore Carpenzano, aiuto allenatore, Vincenzo Mallia, scoutman, Giuseppe Pellegrino, medico, Giorgio Pisana, fisioterapista.
A metà stagione però la svolta con la storica decisione di Scavino di abbandonare la guida della squadra e l´avvento in panchina di Rossano Bertocco, tecnico veneto plurititolato a livello giovanile con esperienze importanti in serie B1 anche a San Donà e Conegliano. Con l´arrivo di Bertocco la squadra si riprende dopo un avvio non straordinario e centra sette vittorie su otto, ma poi senza più obiettivi di classifica reali, molla alla distanza e si accontenta di una salvezza già ampiamente ed anticipatamente conquistata.

Comincia la crisi finanziaria e nella stagione 2008/2009 la PVT appronta un organico che punta alla salvezza affidando ancora a Bertocco il difficile compito, puntando a tenere alto il vessillo della Contea con l´obiettivo di non retrocedere dalla serie B1, ma continuando anche a far crescere i talenti più giovani e cercando di centrare i palcoscenici più prestigiosi con le proprie formazioni giovanili. Arrivano la salvezza in serie B1 e quella in serie C, oltre ad un buon terzo posto nella finale regionale under 18.

La stagione 2009/2010 è quella dell´Anno Zero. Si apre infatti una nuova pagina della storia del sodalizio modicano. Dopo la necessaria cessione del titolo di serie B1 per la difficile congiuntura economica e la mancanza delle giuste garanzie necessarie per garantire la disputa del campionato di categoria nazionale, la Pro Volley Team Modica ha fatto un passo tanto coraggioso quanto imprescindibile: lo storico gruppo di dirigenti biancorossi, con ulteriori grandi sforzi e la passione inesauribile che lo contraddistingue da sempre, ha infatti deciso di ripartire dal campionato di serie C con grande umiltà, senza nessun proclama o grande obiettivo se non quello di continuare a garantire l´esistenza di una società che ha scritto la storia della pallavolo regionale con i tanti campionati nazionali disputati e l´infinita serie di successi a livello giovanile.

Il 2009/2010 poteva e doveva dunque essere l┤anno più difficile, è stata piuttosto la stagione delle numerose e rischiose difficili scommesse vinte, è stato il primo importante passo di partenza della nuova era della Pro Volley Team Modica. Il sodalizio del presidente Enzo Garofalo dopo aver dovuto rinunciare al campionato di serie B1, cedendo il titolo per l┤ormai nota difficile congiuntura economica, dopo un ventennio di gloriosa presenza nelle serie nazionali ha dato vita ad un nuovo ciclo affidando la gestione tecnica di tutti i settori a Salvatore Gennuso ripartendo dalla serie C con un organico completamente rinnovato, con vecchi ritorni dal vivaio PVT e diversi innesti dalla formazione che si era ben comportata nelle ultime stagioni in Prima Divisione, oltre all┤inserimento di alcune giovani promettenti dalle formazioni giovanili. Un nuovo ciclo, un nuovo progetto, tutto senza proclami o manie di grandezza, con l┤unico obiettivo di tenere in vita una società storica nel panorama del volley regionale e non solo, un pezzo importante della storia sportiva di Modica.
Una nuova era che ha dato ai dirigenti e a tutti gli appassionati modicani grandissime soddisfazioni: un fibrillante campionato di serie C in crescendo concluso con una meritata salvezza, il progressivo rilancio del settore giovanile che comincia a muovere i primi passi per tornare ai fasti del passato anche se la strada da percorrere in tal senso è ancora molto lunga, l┤appassionante campionato di Prima Divisione con un brillante secondo posto dopo un lungo testa a testa al vertice, ma soprattutto il riconsolidarsi progressivo delle fondamenta di una società che ha rischiato di crollare, ma che ha saputo rialzarsi.
"Si è trattato davvero dell┤inizio di una nuova era della Pro Volley Team Modica dopo aver dovuto dolorosamente voltar pagina abbandonando la scena dei campionati nazionali dopo una lunghissima militanza con la cessione del titolo di serie B. All┤inizio della stagione le incognite erano tante, abbiamo deciso di affrontare il campionato di serie C con un organico completamente rinnovato, attingendo al vivaio, alla formazione che si era ben comportata la stagione precedente in Prima Divisione con il ritorno all┤agonismo di un paio di atlete ferme da qualche anno. Un rischio enorme che la società ha condiviso con lo staff tecnico e con questo gruppo stupendo di ragazze che ha saputo conquistare gli appassionati modicani - spiega con grande attenzione il presidente della PVT Modica, Enzo Garofalo - La salvezza è stata la ciliegina sulla torta in un anno denso di piccole, ma grandissime, soddisfazioni, una stagione che penso resterà impressa a lungo nel cuore di tutti coloro che l┤hanno vissuta in prima persona. Il futuro? Intanto voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questa importante stagione, a tutti coloro che non si sono arresi come noi. Poi dovremo fare un passo alla volta, programmando con attenzione e lucidità, senza dimenticare certamente chi ha saputo vivere in prima persona, in prima fila, quest┤anno di transizione e rilancio. ╚ stato il punto di partenza di una nuova era della Pro Volley Team Modica, per un futuro decisamente ancora tutto da costruire".

guarda la fotogallery "La Storia della PVT" >>

Vieni a giocare con noi!

PubblicitÓ

La Nostra Storia

[]

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]